Stampa

Proroga 770 e tasse Autonomi

Proroga a fine ottobre per l’invio del modello 770 e slittamento termini per il versamento delle imposte di autonomi e professionisti a partita IVA. Il Governo annuncia due appositi Dpcm in arrivo che riscrivo, dopo tante richieste, l’intero calendario fiscale dei prossimi mesi con nuove scadenze.

Rinvio imposte

“I versamenti interessati dalla nuova scadenza sono quelli derivanti dalla dichiarazione dei redditi, dalla dichiarazione Irap e dalla dichiarazione in materia di imposta sul valore aggiunto di imprenditori e lavoratori autonomi”.

Se lo slittamento della scadenza per i titolari di reddito d’impresa era arrivato al rush finale (nel giorno stesso di scadenza della proroga), adesso l’equiparazione del beneficio (seppur a termini già scaduti) per le Partite IVA comporta una proroga di fatto non utilizzabile. Se non altro, anche in questo caso lo slittamento nel calendario fiscale comporta la possibilità di ravvedimento sprint fino al 21 agosto (il 20 è domenica) – pagando con la sola maggiorazione dello 0,40% – le imposte relative a dichiarazione dei redditi, IRAP, e IVA.

Proroga 770/2017 al 31 ottobre

Il rinvio più atteso è quello relativo alla trasmissione del Modello 770, dal 2017 unificato (al posto dei due modelli Semplificato e Ordinario) e, pertanto, foriero di maggiori difficoltà di compilazione a carico dei sostituti d’imposta. Stessa proroga (sempre al 31 ottobre 2017) anche per le dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e IRAP. Ecco cosa dice il comunicato del Ministero:

“Con un altro DPCM, in dirittura d’arrivo, viene prorogato, al 31 ottobre 2017 il termine per la presentazione della dichiarazione dei sostituti d’imposta (modello 770) e delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di Irap”.

Tutti gli slittamenti erano stati chiesti a gran voce dai commercialisti, che si era rivolti al Governo per:

«un deciso cambio di rotta nella gestione della macchina fiscale» con un «ripristino del pieno ed incondizionato rispetto dei principi dello Statuto dei diritti del contribuente», e «una maggiore propensione all’ascolto in via preventiva della  categoria sia nella fase della produzione normativa che in quella della sua implementazione operativa».

L’Esecutivo ha risposto convocando un tavolo permanente sulle tematiche della professione del commercialista e i rapporti con il sistema fiscale. Il tavolo, ha spiegato il viceministro dell’Economia Luigi Casero:

«partirà con l’individuazione delle azioni che si rendono necessarie per l’attuazione dello Statuto del Contribuente, dovrà affrontare nello specifico i problemi che frenano in concreto una marcata semplificazione del sistema fiscale italiano e una più lineare attività lavorativa del commercialista».

Le nuove scadenze fiscali

Ecco come si delinea il calendario fiscale in seguito alle proroghe già operative o annunciate in vista:

  • Imposte 2016 e acconti 2017: ravvedimento sprint entro il 21 agosto.
  • Modello 770: proroga al 31 ottobre (dal 31 luglio).
  • Dichiarazione Redditi: proroga al 31 ottobre (dal 30 settembre).
  • Spesometro: proroga al 31 ottobre (dal 18 settembre).