Stampa

OT24 - INAIL anno 2018

L’INAIL ha pubblicato il nuovo modello OT/24 per le richieste che saranno inoltrate nel 2018 in relazione agli interventi migliorativi nel campo della prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro adottati dalle aziende nel 2017.

Il modello è scaricabile dal sito INAIL al seguente link:

https://www.inail.it/cs/internet/docs/mod-ot24-anno-2018.pdf?section=atti-e-documenti

La “Guida alla compilazione” è scaricabile dal sito INAIL al seguente link:

https://www.inail.it/cs/internet/docs/guida-alla-compilazione-ot24-anno-2018.pdf?section=atti-e-documenti

Il modello è destinato alle imprese che intendono presentare richiesta di riduzione del tasso medio di tariffa per interventi di prevenzione, dopo il primo biennio di attività. Gli interventi, effettuati nell'anno precedente a quello in cui viene richiesta la riduzione, quindi nell’anno corrente, dovranno essere volti al miglioramento delle condizioni di sicurezza e di igiene nei luoghi di lavoro, in aggiunta ai minimi previsti dalla normativa in materia (Decreto Legislativo 81/2008 ed s.m.i.). L’oscillazione per prevenzione riduce il tasso di premio applicabile all'azienda, determinando un risparmio sul premio dovuto all'Inail, in base al decreto ministeriale 3 marzo 2015, che ha sostituito l'articolo 24 decreto ministeriale 12 dicembre 2000.

La riduzione di tasso è riconosciuta in misura fissa, in relazione al numero dei lavoratori-anno del eriodo:

 

Lavoratori / anno

Percentuale riduzione tasso

aziende fino a 10 dipendenti

28%

aziende da 11 a 50 dipendenti

18%

aziende da 51 a 200 dipendenti

10%

aziende oltre 200 dipendenti

5%

 

e viene accordata a seguito di domanda che dovrà essere presentata in modalità telematica entro il 28 Febbraio 2018 ed ha effetto per l'anno in corso alla data di presentazione dell'istanza.

Per accedere alla riduzione del tasso medio di tariffa è necessario che l’Azienda possieda i

seguenti prerequisiti:

- Applicazione integrale della parte economica e normativa degli accordi e dei contratti collettivi nazionali e regionali, territoriali o aziendali, laddove sottoscritti, stipulati dalle organizzazioni sindacali dei datori di lavoro e dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale, nonché degli altri obblighi di legge;

- Inesistenza, a carico del datore di lavoro o del dirigente responsabile, di provvedimenti, amministrativi o giurisdizionali, definitivi in ordine alla commissione delle violazioni, in materia di tutela delle condizioni di lavoro, di cui all'allegato A del decreto ministeriale del 24 ottobre 2007 o il decorso del periodo indicato dallo stesso allegato per ciascun illecito (cd. "cause ostative");

- Il possesso della regolarità contributiva nei confronti di Inail e Inps e, per il settore edile, anche della Edilcassa / Casse Edili;

- Sia in regola con le disposizioni obbligatorie in materia di prevenzione infortuni e di igiene del lavoro;

- L’impresa sia operativa da almeno un biennio;

La condizione aggiuntiva riguarda l’attuazione all’interno dell’Unità produttiva cui si riferisce la domanda nel corso del 2017 d’interventi di miglioramento nel campo della prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro in aggiunta a quelli minimi previsti dalla normativa in materia (D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.) in modo tale da raggiungere la soglia dei 100 punti. 

Il modello 2018 differisce da quello del 2017 per l’inserimento dei seguenti interventi:

- C16 riferito al rischio elettrico dove la misura da attuare è relativa all’analisi termografica di una o più parti dell’impianto elettrico, adottando le misure correttive nel caso di dati fuori norma. Le rilevazioni devono essere effettuate da un soggetto qualificato

- D2 che è riferito alla adozione di un SGLS per il settore dei servizi ambientali territoriali asseverato secondo la prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016.

Per il resto il modello non ha subito ulteriori modifiche.

È rimasta invariata anche la soglia minima di 100 punti che consente l’invio del Modello rammentando che gli interventi inseriti nella sezione B non possono essere sommati con quelli delle altre sezioni. La sezione B è riferita agli interventi di responsabilità sociale e, qualora scelta, deve da sola consentire il raggiungimento del punteggio minimo.

Come già rilevabile nell’OT24 dello scorso anno, allegare la documentazione probante al momento dell’invio telematico è requisito essenziale.

Dunque non saranno ritenute ammissibili le domande non provviste di documentazione dimostrativa a corredo.