Stampa

MASCHERINE AL LAVORO: OBBLIGO CONFERMATO Ministeri del Lavoro e della Salute e parti sociali hanno confermato il Protocollo Covid fino al 30 giugno.

Mascherine obbligatorie nei luoghi di lavoro fino al 30 giugno. Dal primo luglio poi si valuterà, valutando la curva dei contagi e dei ricoveri.

Il Governo ha ribadito così la linea della prudenza del Protocollo sulle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del Covid-19, sottoscritto con le parti sociali il 6 aprile dello scorso anno. Il Protocollo lo ricordiamo, prevede l'uso obbligatorio delle mascherine "in tutti i casi di condivisione degli ambienti di lavoro, al chiuso o all'aperto", non sono invece necessarie nel caso di attività svolte da soli.

La decisione è arrivata mercoledì 4 maggio dal ministero del Lavoro e dal ministero della Salute al termine di un tavolo in videoconferenza con Cgil, Cisl, Uil, Ugl e le associazioni del mondo datoriale, tra cui Confapi. Prima del 30 giugno è previsto comunque un nuovo confronto per un’ulteriore valutazione che tenga conto dell'evoluzione della pandemia e delle possibili ricadute nel prossimo autunno.

All’incontro era presente Luigi Mori, Medico competente di Confapi. Dal tavolo è emersa la volontà di proseguire con le attuali disposizioni, confermando la validità del protocollo fino al 30 giugno 2022, e quindi di tutte le misure di protezione previste, in particolare in merito all’utilizzo della mascherina nei luoghi di lavoro.